Roberta Pinotti

Roberta Pinotti

Roberta Pinotti

Roberta Pinotti, laureata in lettere moderne, insegnante di italiano nei licei, è attualmente Senatrice del gruppo Democratico e Vice Presidente della Commissione Difesa del Senato.

Da sempre vicina al mondo dell’associazionismo e del volontariato, in proposito si segnala la lunga militanza nelle file dell’AGESCI, il percorso politico di Roberta Pinotti inizia negli anni novanta partendo dal basso e accumulando esperienze sia all’interno del partito sia nel campo amministrativo fino ad arrivare a ricoprire ruoli di particolare delicatezza e responsabilità anche in settori, come quello della Difesa, ritenuti fino a quel momento monopolio maschile.

Sposata e madre di due figlie, nel settembre del 2006 ha annunciato la sua non disponibilità a presentarsi nelle elezioni primarie dell'Unione per stabilire il candidato a sindaco di Genova della coalizione di centrosinistra, presentandosi invece a quelle del 2012.

Il suo esordio in politica ha coinciso con la sua elezione a consigliere circoscrizionale nel Municipio di Sampierdarena e da quel momento non ha mai smesso di coltivare un rapporto privilegiato fatto di ascolto e di impegno con la comunità della sua zona di residenza. Ha poi conciliato l’attività nel partito con quella di amministratrice, due palestre fondamentali per acquisire le necessarie competenze per essere di aiuto agli altri in modo efficace e non solo a parole. Partendo dall’esperienza maturata in campo professionale come docente di scuola superiore, dal 1993 al 1997 ha ricoperto l’incarico di assessore provinciale alla Scuola e alle Politiche Giovanili e Sociali della Provincia di Genova e dal 1997 al 1999 è stata assessore alle Istituzioni scolastiche del Comune di Genova. Nel frattempo ha continuato la sua militanza nei Democratici di Sinistra fino a diventare segretaria provinciale del partito dal 1999 al 2001.

Sostenitrice fin dal suo nascere dell’avventura politica dell’Ulivo, Roberta Pinotti entra in Parlamento nel maggio 2001 eletta alla Camera dei Deputati e facendo parte per tutta la legislatura del gruppo parlamentare Democratici di Sinistra – L’Ulivo. Rieletta nelle liste dell’Ulivo nell’aprile 2006 diviene Presidente della Commissione Difesa della Camera dei Deputati, prima donna italiana a ricoprire questo ruolo. Proprio grazie al suo impegno in questo ambito così delicato, tra le molte iniziative si ricorda la battaglia contro le mine anti uomo, nell’ottobre 2008 è stata insignita della Legione d’onore presso l’Ambasciata di Francia in Italia.

Nel frattempo ha continuato ad occuparsi del partito, salutando con favore la nascita del Partito Democratico, considerato il legittimo erede dell’esperienza dell’Ulivo e diventando membro dell’Assemblea Costituente del PD. All’interno della nuova formazione politica ha mantenuto incarichi coerenti con il suo ruolo parlamentare: durante la segreteria Veltroni, il 9 maggio 2008, viene nominata Responsabile Sicurezza del primo esecutivo del partito prima e Ministro Ombra della Difesa poi; durante la segreteria Franceschini diventa capo del Dipartimento Difesa.